Se ha denunciado esta presentación.
Utilizamos tu perfil de LinkedIn y tus datos de actividad para personalizar los anuncios y mostrarte publicidad más relevante. Puedes cambiar tus preferencias de publicidad en cualquier momento.

VALENTINA FALCINELLI: la leggibilità di un testo web step by step

682 visualizaciones

Publicado el

#DolabCamp, 20 settembre 2014.
Curare la sostanza dei contenuti è fondamentale; spesso, però, se ne sottovaluta la forma. Per migliorare l’esperienza del nostro pubblico ci dobbiamo concentrare anche sulla Content User Experience. Scopriremo assieme come riuscirci, con dati estrapolati da ricerche e tips&tricks, in una sessione di pura pratica.

Publicado en: Educación
  • DOWNLOAD THIS BOOKS INTO AVAILABLE FORMAT (Unlimited) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/y6a5rkg5 } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/y6a5rkg5 } ......................................................................................................................... ACCESS WEBSITE for All Ebooks ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/y6a5rkg5 } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/y6a5rkg5 } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://tinyurl.com/y6a5rkg5 } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks ......................................................................................................................... Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult,
       Responder 
    ¿Estás seguro?    No
    Tu mensaje aparecerá aquí
  • DOWNLOAD THIS BOOKS INTO AVAILABLE FORMAT (Unlimited) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... ACCESS WEBSITE for All Ebooks ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks ......................................................................................................................... Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult,
       Responder 
    ¿Estás seguro?    No
    Tu mensaje aparecerá aquí
  • DOWNLOAD THIS BOOKS INTO AVAILABLE FORMAT (Unlimited) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... ACCESS WEBSITE for All Ebooks ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks ......................................................................................................................... Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult,
       Responder 
    ¿Estás seguro?    No
    Tu mensaje aparecerá aquí
  • DOWNLOAD THIS BOOKS INTO AVAILABLE FORMAT (Unlimited) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... ACCESS WEBSITE for All Ebooks ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://tinyurl.com/yyxo9sk7 } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks ......................................................................................................................... Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult,
       Responder 
    ¿Estás seguro?    No
    Tu mensaje aparecerá aquí

VALENTINA FALCINELLI: la leggibilità di un testo web step by step

  1. 1. #DolabCamp: La leggibilità di un testo web step by step Come migliorare la content user experience
  2. 2. Questa sono io Valentina Falcinelli @valefalci Mamma e copywriter di Pennamontata Formatrice Perditrice seriale di calzini Appassionata di serie tv
  3. 3. Il lettore Per me il testo deve essere: • Chiaro • Comprensibile • Leggibile
  4. 4. Il copywriter La mia missione è quella di smontare il “testo muro di cemento”.
  5. 5. La ricezione del post Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo. A proposito: “Ciao mamma!”. La suocera che > racconta da 15 anni le stesse iden>che vicissitudini della sua travagliata vita; il cliente che > >ene al telefono 45 minu> senza riuscire a ricordarsi il perché della sua chiamata; il traffico in tangenziale e l’onda verde dei semafori che solo tu riesci a trasformare in rossa per poteri di pres%giribirizzazione (leggi sfiga). Di mo>vi per annoiarsi ce ne sono fin troppi, non credi? Allora tu, nel tuo sito e in quello dei clien>, hai bisogno di rendere la vita di chi > leggerà semplice, leggera, gustosa. I primi contenu> che puoi produrre nei tuoi canali web, quindi, sono contenu> di intraAenimento. E adesso > chiederai – > conosco! – come mai dovrei far diver>re il prospect se il mio fine ul>mo è quello di vendergli qualcosa? Perché il marke>ng, amico mio, non è sempre hard. C’è anche il soa marke>ng che, credimi, assolve più che bene al suo compito.
  6. 6.
  7. 7. Il copy pensa subito Ecco il classico “testo muro di cemento”!
  8. 8. 1. Primo lavoro Check dei doppi spazi.
  9. 9. Check dei doppi spazi Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo. A proposito: “Ciao mamma!”. La suocera che > racconta da 15 anni le stesse iden>che vicissitudini della sua travagliata vita; il cliente che > >ene al telefono 45 minu> senza riuscire a ricordarsi il perché della sua chiamata; il traffico in tangenziale e l’onda verde dei semafori che solo tu riesci a trasformare in rossa per poteri di pres%giribirizzazione (leggi sfiga). Di mo>vi per annoiarsi ce ne sono fin troppi, non credi? Allora tu, nel tuo sito e in quello dei clien>, hai bisogno di rendere la vita di chi > leggerà semplice, leggera, gustosa. I primi contenu> che puoi produrre nei tuoi canali web, quindi, sono contenu> di intraAenimento. E adesso > chiederai – > conosco! – come mai dovrei far diver>re il prospect se il mio fine ul>mo è quello di vendergli qualcosa? Perché il marke>ng, amico mio, non è sempre hard. C’è anche il soa marke>ng che, credimi, assolve più che bene al suo compito.
  10. 10. Check dei doppi spazi Uso Word. Strumento Trova/Sos>tuisci.
  11. 11. Check dei doppi spazi Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo. A proposito: “Ciao mamma!”. La suocera che > racconta da 15 anni le stesse iden>che vicissitudini della sua travagliata vita; il cliente che > >ene al telefono 45 minu> senza riuscire a ricordarsi il perché della sua chiamata; il traffico in tangenziale e l’onda verde dei semafori che solo tu riesci a trasformare in rossa per poteri di pres%giribirizzazione (leggi sfiga). Di mo>vi per annoiarsi ce ne sono fin troppi, non credi? Allora tu, nel tuo sito e in quello dei clien>, hai bisogno di rendere la vita di chi > leggerà semplice, leggera, gustosa. I primi contenu> che puoi produrre nei tuoi canali web, quindi, sono contenu> di intraAenimento. E adesso > chiederai – > conosco! – come mai dovrei far diver>re il prospect se il mio fine ul>mo è quello di vendergli qualcosa? Perché il marke>ng, amico mio, non è sempre hard. C’è anche il soa marke>ng che, credimi, assolve più che bene al suo compito.
  12. 12. Check dei doppi spazi Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo. A proposito: “Ciao mamma!”. La suocera che > racconta da 15 anni le stesse iden>che vicissitudini della sua travagliata vita; il cliente che > >ene al telefono 45 minu> senza riuscire a ricordarsi il perché della sua chiamata; il traffico in tangenziale e l’onda verde dei semafori che solo tu riesci a trasformare in rossa per poteri di pres%giribirizzazione (leggi sfiga). Di mo>vi per annoiarsi ce ne sono fin troppi, non credi? Allora tu, nel tuo sito e in quello dei clien>, hai bisogno di rendere la vita di chi > leggerà semplice, leggera, gustosa. I primi contenu> che puoi produrre nei tuoi canali web, quindi, sono contenu> di intraAenimento. E adesso > chiederai – > conosco! – come mai dovrei far diver>re il prospect se il mio fine ul>mo è quello di vendergli qualcosa? Perché il marke>ng, amico mio, non è sempre hard. C’è anche il soa marke>ng che, credimi, assolve più che bene al suo compito.
  13. 13. Check dei doppi spazi Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo. A proposito: “Ciao mamma!”. La suocera che > racconta da 15 anni le stesse iden>che vicissitudini della sua travagliata vita; il cliente che > >ene al telefono 45 minu> senza riuscire a ricordarsi il perché della sua chiamata; il traffico in tangenziale e l’onda verde dei semafori che solo tu riesci a trasformare in rossa per poteri di pres%giribirizzazione (leggi sfiga). Di mo>vi per annoiarsi ce ne sono fin troppi, non credi? Allora tu, nel tuo sito e in quello dei clien>, hai bisogno di rendere la vita di chi > leggerà semplice, leggera, gustosa. I primi contenu> che puoi produrre nei tuoi canali web, quindi, sono contenu> di intraAenimento. E adesso > chiederai – > conosco! – come mai dovrei far diver>re il prospect se il mio fine ul>mo è quello di vendergli qualcosa? Perché il marke>ng, amico mio, non è sempre hard. C’è anche il soa marke>ng che, credimi, assolve più che bene al suo compito.
  14. 14. Il cliente approva Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo. A proposito: “Ciao mamma!”. La suocera che > racconta da 15 anni le stesse iden>che vicissitudini della sua travagliata vita; il cliente che > >ene al telefono 45 minu> senza riuscire a ricordarsi il perché della sua chiamata; il traffico in tangenziale e l’onda verde dei semafori che solo tu riesci a trasformare in rossa per poteri di pres%giribirizzazione (leggi sfiga). Di mo>vi per annoiarsi ce ne sono fin troppi, non credi? Allora tu, nel tuo sito e in quello dei clien>, hai bisogno di rendere la vita di chi > leggerà semplice, leggera, gustosa. I primi contenu> che puoi produrre nei tuoi canali web, quindi, sono contenu> di intraAenimento. E adesso > chiederai – > conosco! – come mai dovrei far diver>re il prospect se il mio fine ul>mo è quello di vendergli qualcosa? Perché il marke>ng, amico mio, non è sempre hard. C’è anche il soa marke>ng che, credimi, assolve più che bene al suo compito.
  15. 15. 2. Secondo lavoro Check della leggibilità.
  16. 16. Check della leggibilità Indice di Gulpease 89+ 300 * (n. frasi) – 10 * (n. leAere) ______________________________ n. parole
  17. 17. Check della leggibilità Formula Flesch F = 206 – (0,65 * S) – P
  18. 18. Momento confessione Un bravo copywriter non ne ha bisogno.
  19. 19. 3. Terzo lavoro Aggiungere aria.
  20. 20. Aggiungere aria Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo. A proposito: “Ciao mamma!”. La suocera che > racconta da 15 anni le stesse iden>che vicissitudini della sua travagliata vita; il cliente che > >ene al telefono 45 minu> senza riuscire a ricordarsi il perché della sua chiamata; il traffico in tangenziale e l’onda verde dei semafori che solo tu riesci a trasformare in rossa per poteri di pres%giribirizzazione (leggi sfiga). Di mo>vi per annoiarsi ce ne sono fin troppi, non credi? Allora tu, nel tuo sito e in quello dei clien>, hai bisogno di rendere la vita di chi > leggerà semplice, leggera, gustosa. I primi contenu> che puoi produrre nei tuoi canali web, quindi, sono contenu> di intraAenimento. E adesso > chiederai – > conosco! – come mai dovrei far diver>re il prospect se il mio fine ul>mo è quello di vendergli qualcosa? Perché il marke>ng, amico mio, non è sempre hard. C’è anche il soa marke>ng che, credimi, assolve più che bene al suo compito.
  21. 21. Aggiungere aria Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo. A proposito: “Ciao mamma!”. La suocera che > racconta da 15 anni le stesse iden>che vicissitudini della sua travagliata vita; il cliente che > >ene al telefono 45 minu> senza riuscire a ricordarsi il perché della sua chiamata; il traffico in tangenziale e l’onda verde dei semafori che solo tu riesci a trasformare in rossa per poteri di pres%giribirizzazione (leggi sfiga). Di mo>vi per annoiarsi ce ne sono fin troppi, non credi? Allora tu, nel tuo sito e in quello dei clien>, hai bisogno di rendere la vita di chi > leggerà semplice, leggera, gustosa. I primi contenu> che puoi produrre nei tuoi canali web, quindi, sono contenu> di intraAenimento.
  22. 22. + margine Aggiungere un margine laterale aiuta il testo a respirare.
  23. 23. Aggiungere aria Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo. A proposito: “Ciao mamma!”. La suocera che > racconta da 15 anni le stesse iden>che vicissitudini della sua travagliata vita; il cliente che > >ene al telefono 45 minu> senza riuscire a ricordarsi il perché della sua chiamata; il traffico in tangenziale e l’onda verde dei semafori che solo tu riesci a trasformare in rossa per poteri di pres%giribirizzazione (leggi sfiga).
  24. 24. Interlinea positiva
  25. 25. 3 tipi di interlinea • Positiva • Neutra • Negativa
  26. 26. 3 tipi di interlinea L’interlinea sta a indicare la distanza tra due righe di testo e si misura attraverso la linea di base. Credits: angelinilisa.it
  27. 27. Positiva L’interlinea è positiva quando è superiore al corpo del carattere (es. 10/12)
  28. 28. Positiva
  29. 29. Neutra / sterlinata L’interlinea ̀ neutra quando equivale al corpo del carattere (es. 10/10). In questo caso si parla di composizione “sterlinata”.
  30. 30. Neutra / sterlinata
  31. 31. Negativa L’interlinea è negativa quando è inferiore al corpo carattere (es. 10/8).
  32. 32. Negativa
  33. 33. Wichita State University No margine/interlinea – No margine/interlinea + Margine/interlina – Margine/interlinea +
  34. 34. Wichita State University No margine/interlinea – No margine/interlinea + Margine/interlinea – Margine/interlinea +
  35. 35. Wichita State University No margine/interlinea + Margine/interlinea +
  36. 36. Risultati dello studio Il font sembra più grande e facile da leggere. La comprensione del testo aumenta del 20%.
  37. 37. Il cliente approva Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo.
  38. 38. 4. Quarto lavoro Allineare il testo.
  39. 39. Allineare il testo Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo.
  40. 40. Allineare il testo Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo.
  41. 41. Allineare il testo Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo.
  42. 42. Allineare il testo Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo.
  43. 43. Scegli bandiera sx • Segue il naturale flusso di lettura. • L’occhio si mantiene sulla riga con più facilità. • Inferiore sforzo cognitivo per il lettore.
  44. 44. Il cliente approva Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo.
  45. 45. 5. Quinto lavoro Chunking.
  46. 46. Chunking Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo.
  47. 47. George Miller 1950 • 7 +/- 2 • Facilitatore di memoria
  48. 48. Svelato il mistero • 06992597910 • (06) 99 259 7910 • (06) 99 259-7910
  49. 49. 7 +/- 2 • Max 9 bullet point per slide. • Max 9 bullet point per elenco. • Max 9 bolle su diagramma.
  50. 50. Broadbent (1975) • 4/6
  51. 51. LeCompte (1999) • 3
  52. 52. Una media… • 4+/-1
  53. 53. E altri consigli • Paragrafi non più lunghi di 100 parole. Comunque con max 4/5 righe. • Ok anche paragrafi di 1 sola frase. • Frasi sulle 15/20 parole.
  54. 54. E altri ancora • Righe lunghe aumentano lo sforzo cognitivo. • Righe lunghe richiedono interlinea maggiore.
  55. 55. Chunking Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale.
  56. 56. Chunking Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale.
  57. 57. Chunking Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale.
  58. 58. Chunking Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale.
  59. 59. Chunking Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale.
  60. 60. Il cliente approva Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale.
  61. 61. Niente elenco puntato? Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale.
  62. 62. 6. Sesto lavoro Titoli.
  63. 63. Titoli Cura lo stile grafico dei titoli: • La gerarchia degli heading tag (h1, h2, h3). Differenzia graficamente i titoli. • Non far fluttuare i titoli. Usa bene lo spazio bianco.
  64. 64. Cliente furioso Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. Primo 'tolo In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza
  65. 65. Cliente furioso Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. Primo 'tolo In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza
  66. 66. Non far fluttuare Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. Primo 'tolo In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza
  67. 67. Il cliente approva Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. Primo 'tolo In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza
  68. 68. 7. Settimo lavoro Enfasi.
  69. 69. Enfasi Usa lo spazio bianco: attivo e passivo.
  70. 70. Spazio bianco attivo • Citazioni • Stili testo (c.vo, bold) • Click to Tweet • Immagini.
  71. 71. Spazio bianco passivo • Di default da CSS.
  72. 72. Enfasi Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenuti, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scritto per lui, per informarlo, farlo divertire, persuaderlo e convincerlo. Primo titolo In effetti, i tipi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppati in queste 4 categorie: • contenuti che fanno divertire; • contenuti che educano; • contenuti che ispirano; • contenuti che convincono. .
  73. 73. Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenuti, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scritto per lui, per informarlo, farlo divertire, persuaderlo e convincerlo. Primo titolo In effetti, i tipi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppati in queste 4 categorie:
  74. 74. 8. Ottavo lavoro Utilità.
  75. 75. Utilità • Box sintesi • Grafici, tabelle • Pulsanti social friendly • Meta informazioni.
  76. 76. Utilità
  77. 77. Utilità
  78. 78. Utilità
  79. 79. Utilità
  80. 80. 9. Nono lavoro Coinvolgimento.
  81. 81. Banner incentivanti
  82. 82. Post. Com’era Ogni giorno il copywriter si sveglia e sa che dovrà scrivere più veloce dei bisogni del prospect. E che dovrà farlo non bene, ma alla grande. E così pure lui, il prospect, ogni giorno si sveglia e sa che gli toccherà leggere un mare di insulsi contenu>, prima di arrivare a quelli che toccheranno le corde dei suoi bisogni. Quelli che il nostro copywriter avrà scriAo per lui, per informarlo, farlo diver>re, persuaderlo e convincerlo. In effeD, i >pi di contenuto che anche tu puoi produrre per il tuo prospect possono essere raggruppa> in queste 4 categorie: contenu> che fanno diver>re; contenu> che educano; contenu> che ispirano; contenu> che convincono. Questo post nasce prendendo in analisi la matrice del Content Marke>ng di Smar>nsights.com. Come puoi vedere si compone di 4 quadran>, che si vengono a formare da due driver, conoscenza (awareness) e acquisto, da scegliere per impostare la tua strategia di content marke>ng, e da due >pi di tone of voice: emozionale e razionale. Combinando driver e tone of voice, oAerrai come risultato il >po di contenuto più in linea con le tue esigenze. Ma perché hai bisogno di tuAe queste >pologie di contenuto per la tua strategia di content marke>ng? E quali contenu>, nello specifico, fanno parte di ciascuna categoria? Ohssignur, quante domande! Nemmeno mia madre mi chiede tuAe queste cose. Procediamo con ordine e sta pur sicuro che alla fine di questo post avrò risposto a tuAo. A proposito: “Ciao mamma!”. La suocera che > racconta da 15 anni le stesse iden>che vicissitudini della sua travagliata vita; il cliente che > >ene al telefono 45 minu> senza riuscire a ricordarsi il perché della sua chiamata; il traffico in tangenziale e l’onda verde dei semafori che solo tu riesci a trasformare in rossa per poteri di pres%giribirizzazione (leggi sfiga). Di mo>vi per annoiarsi ce ne sono fin troppi, non credi? Allora tu, nel tuo sito e in quello dei clien>, hai bisogno di rendere la vita di chi > leggerà semplice, leggera, gustosa. I primi contenu> che puoi produrre nei tuoi canali web, quindi, sono contenu> di intraAenimento. E adesso > chiederai – > conosco! – come mai dovrei far diver>re il prospect se il mio fine ul>mo è quello di vendergli qualcosa? Perché il marke>ng, amico mio, non è sempre hard. C’è anche il soa marke>ng che, credimi, assolve più che bene al suo compito.
  83. 83. Post. Com’è www.pennamontata.com/ news-copywriter/matrice-content- marketing
  84. 84. Con un layout curato • Il lettore si stanca meno. • Aumenta la sua comprensione del testo. • È gratificato sul lato esperienziale. • È più propenso a leggere altro testo.
  85. 85. Grazie! #DolabCamp
  86. 86. Credits § www.flickr.com/photos/ben_grey/4380871348 § https://www.flickr.com/photos/pevelpetros/ 10100835343 § https://www.flickr.com/photos/glynlowe/7087555453 § https://www.flickr.com/photos/publicplaces/7418726440 § http://gratisography.com/ § https://www.flickr.com/photos/bluinfaccia/5951711898
  87. 87. CONTENT MARKETING E BRAND STORYTELLING VALENTINA FALCINELLI Copywriter dall’11 al 27 Novembre e il 4 Dicembre 2014 18 ore di formazione

×