Se ha denunciado esta presentación.
Se está descargando tu SlideShare. ×

Presentazione Repubblica Sudafricana

Anuncio
Anuncio
Anuncio
Anuncio
Anuncio
Anuncio
Anuncio
Anuncio
Anuncio
Anuncio
Anuncio
Anuncio
Próximo SlideShare
Il Sudafrica
Il Sudafrica
Cargando en…3
×

Eche un vistazo a continuación

1 de 33 Anuncio

Más Contenido Relacionado

Anuncio

Más reciente (20)

Presentazione Repubblica Sudafricana

  1. 1. Il Sudafrica Il Sudafrica, ufficialmente Repubblica del Sudafrica in inglese «Republic of South Africa» è uno Stato indipendente dell’Africa Meridionale .Si affaccia sull'oceano Atlantico ovest e su quello Indiano a est. I confini terrestri sono, invece, da ovest a est, con Namibia (nord-ovest), Botswana e Zimbabwe (nord), Mozambico (nord-est) e lo eSwatini (est), mentre interamente ricompresa nel proprio territorio è l'enclave del Lesotho.
  2. 2. Lingue ufficiali inglese, afrikaans, ndebele del sud, sotho del nord, sotho del sud, swatti, songa, tswana, venda, xhosa e zulu Capitali Bloemfontein (giudiziaria) Citta del Capo (legislativa) Pretoria (amministrativa) Popolazione Totale 59.902.511 ab. Densità 49 ab./ km² Moneta rand Sudafricano PIL (nominale) 368 135 milioni di $ PIL pro capite (nominale) 6 377$ Superficie Totale 1.219.090 km² Collocazione Mondiale 25° Coordinate 29°S 24°E /  29°S 24°E-29
  3. 3. Morfologia Il territorio sudafricano è in gran parte formato da altopiani, il cosiddetto Alto Veld, che si innalza verso ovest, .Verso le coste l'altopiano presenta un orlo rialzato, detto Grande Scarpata. La Scarpata include a sud-ovest massicci isolati, un massiccio di arenaria che incombe su Città del Capo; a est e a nord si sviluppa invece in catene montuose importanti; le principali sono i monti DrakenSberg (Monti dei Draghi), caratterizzati da effusioni basaltiche cime che toccano altezze superiori ai 3000 m (la più alta è il Njusuthi, 3408 m), da cui si dipartono catene minori(Stromberg, Nieuwveld e Sneeuwberg). La Scarpata si estende la pianura alluvionale costiera detta Basso Veld , nella zona della Penisola del Capo , dove le formazioni rocciose giungono direttamente all'Oceano in una successione di promontori con coste a falesia.
  4. 4. Idrografia e fasce climatiche Quasi tutti i fiumi del Sudafrica hanno una portata d'acqua molto variabile; il fiume con maggior portata è l'Orange, mentre quello con più scarsa portata è il Nossob- Molopo. Un esempio di ciò è il fiume Limpopo, che nella stagione secca rimane privo di acqua per mesi, mentre nella stagione piovosa esonda provocando spesso diversi morti.
  5. 5. L’ Orange L' Orange o Orante, è il principale fiume (dal punto di vista geografico e antropico) del Sudafrica e uno dei più importanti dell' Africa meridionale. Scorre in una gola di oltre 200 metri dopo essersi gettato dalla cascata omonima con i suoi affluenti, i fiumi Vaal e Colpo. E’ utile per la produzione idroelettrica. Bacino idrografico: 973 000 km² Lunghezza: 2 200 km Stati: Lesotho, Sudafrica, Namibia
  6. 6. Il bacino idrografico è una porzione di territorio che, raccoglie acque meteoriche o provenienti dalla fusione di ghiacciai o nevai che scorrono confluendo tutte verso un solco d'impluvio dando origine ad un corso d'acqua, o verso una conca o depressione dando origine ad un lago o a una zona paludosa. Il bacino idrografico è una porzione di territorio che, raccoglie acque meteoriche o provenienti dalla fusione di ghiacciai o nevai che scorrono confluendo tutte verso un solco d'impluvio dando origine ad un corso d'acqua, o verso una conca o depressione dando origine ad un lago o a una zona paludosa.
  7. 7. Laghi Tra i laghi del Sudafrica vi sono il lago Chrissie nel Mpumalanga. È un lago poco profondo, la profondità massima si aggira intorno ai 6 metri. Le sue caratteristiche, in particolare estensione e profondità, sono soggette a forti variazioni stagionali in relazione alle precipitazioni. Il lago Sibhayi o Sibaya, nel Kwazulu- Natal è il maggiore lago del Sudafrica 64km.
  8. 8. Clima l clima del Sudafrica è notevolmente vario in rapporto sia alla grande estensione territoriale, sia all'altitudine, sia all'esposizione al mare. La latitudine subtropicale e il profondo influsso del mare sono all'origine del clima mediterraneo che caratterizza la parte meridionale del territorio, dove le temperature sono miti. le piogge sono legate all'avanzata di fronti freddi di origine antartica durante l'inverno. Al contrario, d'estate, quando in ambito continentale si instaurano condizioni di bassa pressione, le masse d'aria umida provenienti dall'oceano Indiano al seguito dell'aliseo di sud-est investono le coste orientali.
  9. 9. La vegetazione del Sudafrica Uno degli aspetti più affascinanti del Sudafrica è la sua natura selvaggia, un patrimonio faunistico e floreale in grado di lasciare chiunque con il fiato sospeso. La vegetazione è in gran parte costituita da praterie aperte e savana, ad altitudini variabili tra 600 e 1.500 m
  10. 10. La flora Le caratteristiche climatiche determinano un variegato quadro ambientale. Si passa dalla foresta Tropicale presente sulla costa orientale, alla savana arborata, e troviamo anche la steppa sugli altopiani. Presente sulla costa sud-occidentale abbiamo la macchia mediterranea. Il paesaggio è estremamente diversificato e rappresenta un’importante attrazione turistica soprattutto nelle ampie aree protette che si estendono per oltre il 6% del territorio. MACCHIA MEDITERRANEA FORESTA TROPICALE SAVANA ARVORATA STEPPA SUGLI ALTOPIANI
  11. 11. La fauna Anche la fauna è straordinariamente ricca, e molte specie sopravvivono grazie soprattutto a delle riserve naturali. Il Paese è ricco di: roditori (150 specie), felini, numerosi rettili. I coccodrilli oggi in presenza limitata, migliaia di uccelli e 200 specie di pesci presenti nei fiumi che completano l’eccezionale quadro faunistico. Il leone, il bufalo, il leopardo, l'elefante e il rinoceronte. Ma anche il pinguino, lo squalo bianco, la balena, la giraffa, il suricato, il licaone, la faraona mitrata e la zebra di pianura. La fauna del Sudafrica è un immenso microcosmo cui appartengono quasi 300 specie di mammiferi e 858 specie di uccelli.
  12. 12. L’economia Sudafricana Il Sudafrica è il Paese economicamente più avanzato del continente africano. Oltre 20 milioni di Sudafricani vivono sotto la soglia di povertà, spesso in bidonvilles che sorgono alla periferia delle grandi metropoli. Nonostante la fine dell’apartheid, la disoccupazione (soprattutto giovanile) è elevata. BIDONVILLES
  13. 13. SETTORE PRIMARIO: circa il 4,6% degli occupati è impiegato in questo settore. Il comparto agricolo, grazie alla sua industrializzazione, consente un’elevata produttività di: mais, tè, caffè, cotone, tabacco, agrumi.. Essendo privo di petrolio, il Sudafrica ha per lungo tempo sfruttato il carbone e sta investendo nella produzione di energie rinnovabili e sviluppando l’energia nucleare.
  14. 14. SETTORE SECONDARIO: circa il 23,5% degli occupati è impegnato in questo settore. I principali comparti industriali sono rappresentati dalla siderurgia, dal comparto metallurgico, chimico, petrolchimico e soprattutto automobilistico . SETTORE TERZIARIO: circa il 71,9% degli occupati impiega questo settore che si basa sui comparti commerciale, turistico e finanziario.
  15. 15. Etnie Il Sudafrica è un paese multietnico. I neri di etnia bantu che sono divisi in diversi gruppi, i coloureds ovvero gli abitanti di origine mista, i bianchi e infine minoranze di Asiatici.
  16. 16. Lingue • Il Sudafrica ha 11 lingue ufficiali: inglese, afrikaans, 8 idiomi bantu e il khoisan. Prima del 1994 erano lingue ufficiali solo l’inglese e l’afrikaans.
  17. 17. Religioni La religione prevalente è quella cristiana ,di confessione protestante, il 2,5% è musulmana e il 2,4% è induista. E’ molto diffuso anche l’animismo
  18. 18. Festività 21 marzo Giornata dei Diritti Umani: in questo giorno del 1960 vennero uccise molte persone in una protesta contro le leggi. Durante l’era dell’apartheid ci sono state molte violazioni dei diritti umani. Questa giornata è solo un passo per garantire che il popolo sudafricano sia consapevole dei propri diritti umani e per garantire che tali abusi non si ripetano mai più. 27 Aprile Giorno della Libertà: le prime elezioni libere si sono svolte nel 1994. Sudafricani di tutte le razze sono stati ammessi per determinare il futuro della loro democrazia. Nelson Mandela è stato eletto presidente. 9 Agosto Festa Nazionale della Donna: questo giorno è celebrato come un promemoria dei risultati raggiunti dalle donne e per riconoscere le difficoltà che molte donne devono ancora affrontare.
  19. 19. Storia della Repubblica Sudafricana Preistoria I primi insediamenti umani nell’attuale Sudafrica hanno origini molto antiche, risalenti a 3,5 milioni di anni fa. Lo si può dedurre dalla scoperta (1998) nei pressi di Johannesburg di uno scheletro di australopiteco risalente a prima dell’età del ferro.
  20. 20. Storia Moderna All’inizio dell’età moderna, le popolazioni Khol-San (Tribù presenti da prima dell’arrivo di Dias) furono travolti dall’arrivo degli europei. Nel 1488, Bartolomeo Dias raggiunse il Capo della Tempesta, ribattezzandolo Capo de Boa Esperancia (Capo di Buona Speranza). Nel 1685, in Francia, Luigi XIV revocò l’editto di Nantes, l’editto che concesse la libertà di culto agli ugonotti. A causa di questo cambiamento, nel 1688 migrarono nell’attuale Sudafrica. A causa di questa immigrazione, i coloni del Capo dovettero decimare definitivamente le popolazioni Khoi-San. Iniziarono le guerre fra i boeri (Coloni) e i nativi. Queste guerre sono dette guerre cafre.
  21. 21. Storia contemporanea Nel 1814 la colonia del Capo fu data agli inglesi. I boeri ebbero paura della autorità britannica. Iniziarono a emigrare in massa. Ma nel 1843, la RBN (Repubblica Boera del Natal) fu conquistata e annessa alla colonia del capo. Nel 1877 la Gran Bretagna (GB) annesse la RBT (Repubblica Boera del Transvaal) . 3 anni dopo i boeri insorsero e gli inglesi dovettero ridare l’autonomia alla RBT. La GB iniziò a riportare in patria gli uitlantes (immigrati non boeri, cercatori d’oro inglesi) a causa della politica nazionalista del presidente del Trasvaal Kruger. Iniziò la guerra anglo-boera (1899-1902).
  22. 22. Storia dopo la guerra anglo-boera In seguito alla guerra anglo-boera, la RBT e la SLO furono annesse alla GB. Ma riottennero una certa autonomia che portarono alla creazione dell’Unione Sudafricana (31/05/1910. Nel 1961 l’Unione Sudafricana diventò indipendente, uscendo dal Commonwealth, e si proclamò Repubblica Sudafricana. Nel 1991, in seguito alle trattative fra bianchi e neri, nel 1994 furono abolite le leggi più oppressive. Fu concesso il suffragio universale. Ne seguirono un nuovo governo di unità nazionale guidato da Nelson Mandela. Fu scritta una nuova costituzione, voluta dal presidente Mandela e l’arcivescovo Desmond Tutu.
  23. 23. Città da visitare Pretoria Johannesburg Città del Capo Bloemfontein
  24. 24. Pretoria Pretoria è la capitale amministrativa del Sudafrica, sorge sulle rive del fiume Apies e a est ai piedi dei monti Magaliesberg. E' capoluogo della metropolitana di Tshwane, infatti alcuni proposero di cambiare il nome di Pretoria con Tshwane e questo causò polemiche pubbliche. Ma Pretoria è soprattutto conosciuta come '' città della Jacaranda '' per via degli alberi lungo le sue strade e i suoi giardini. Ad oggi è considerata un centro di ricerca e una città accademica essendo sede della Tshwane University Technology, dell'università di Pretoria e del Sud Africa. Inoltre è stata una delle città ospitanti la coppa del mondo di rugby nel 1995 e la coppa del mondo FIFA 2010.
  25. 25. Johannesburg Johannesburg è una citta del Sud Africa e anche capoluogo della provincia di Gauteng. E' la città più popolata in sud Africa e la terza in quella subsahariana. E' l'unica tra le altre 3 a non essere capitale. Viene chiamata The city of gold che si riferisce alla loro attività mineraria. Il quartiere più noto di questa città è Houghton dove risiedette Nelson Mandela. Questa città però è anche famosa per essere tra quelle con più tasso di criminalità al mondo. All'esterno sorge la città di Soweto dondata per ospitare i sudafricani neri, ma diventò poi simbolo del movimento anti-apartheid.
  26. 26. Luoghi da visitare edificio Cuthberts edificio Markham Standard bank centre
  27. 27. Città del Capo La città del Capo è la capitale legislativa del sud Africa ed è anche la seconda città più popolata del paese. Fa parte della provincia del Capo occidentale di cui è capoluogo. Il suo centro si trova nella penisola del capo. Negli ultimi giorni c'è stato un incendio nella sede del parlamento che ha causato alcuni problemi.
  28. 28. Luoghi Da visitare • Castello della speranza • Table mountain • Bo-Kapò
  29. 29. Bloemfontein • Bloemfontein è la capitale giudiziaria del sud Africa ed è la sesta maggiore città della nazione con circa 1 milione di abitanti. Il suo nome in africano significa '' fontana dei fiori. Anche essa come le altre ospitò i mondiali di rugby nel 1995 e quelli di calcio nel 2010.
  30. 30. Luoghi Da visitare • National Museum • War museum
  31. 31. Nelson Mandela Mandela è stato sicuramente uno degli attivisti più importanti al mondo. Nato il 18 Luglio del 1918 nella Repubblica sudafricana. Mandela nella sua vita si batté duramente affinché nelle zone sud africane non venissero discriminati i neri come da ordine politico. Quest’ ordine politico era chiamato Apartheid e perseguitò Mandela e tutti gli altri Sud Africani per anni. Questo gli causò una prigionia che durò 27 lunghi anni. Nel 1990 con l’ aiuto degli USA il celebre attivista venne liberato ed eletto nuovo presidente. Lui ristabilì l’ordine nel suo paese e ottenne il Nobel per la pace nel 1993.
  32. 32. L’ Apartheid L’ Apartheid era un regime politico che favoriva su tutti gli aspetti legali e giuridici le segregazioni dei neri rispetto ai bianchi. Questo regime iniziò a diffondersi nel 1948 in Sud Africa da vari ministri europei, e fini nel 1990 con l’ arrivo di Mandela. Nel mondo esiste ancora razzismo e discriminazione.
  33. 33. Desmond Tutu Il vescovo Desmond Tutu era uno dei più noti attivisti dei diritti umani nel Sud Africa. Nato il 7 ottobre 1931. Ai tempi della scuola si rese conto delle varie forme raziali che erano presenti e cominciò a prendere parti alle importanti manifestazioni contro l’ Apartheid in Sud Africa. Iniziò a studiare la religione anglicana e diventò sacerdote anglicano. Aiutò Mandela per la lotta dello stato politico Sudafricano e fu proprio Mandela a premiarlo nominandolo presidente della Commissione per la verità e la riconciliazione.

×