Se ha denunciado esta presentación.
Utilizamos tu perfil de LinkedIn y tus datos de actividad para personalizar los anuncios y mostrarte publicidad más relevante. Puedes cambiar tus preferencias de publicidad en cualquier momento.

Una Storia, Mille Storie

287 visualizaciones

Publicado el

Parte di un articolo pubblicato sulla rivista MEDIA KEY n°343 Aprile 2015

Hanno sbagliato qualche informazione sul mio conto ma, fa sempre piacere essere preso a modello per nuove e possibili figure lavorative.

Publicado en: Empleo
  • Sé el primero en comentar

  • Sé el primero en recomendar esto

Una Storia, Mille Storie

  1. 1. III MAIIRIZIII HIMISINII 21-: t‘ lijftlfl LITII Rffl, iVlf_f_E Ilfrlfllm, ssrvrrrunu APHILEZUE5 meuiatxev CROSS MEDIA PROJECT MANAGER: IINA NIIIIIIA PRIIEESSIIINE L’Italia non e ancora davvero pronta peril Transmedia Storytelling anche perché si e detto che mancano ancora le professionalita in gra- do di ‘vedere’ ampiamerrte nei vari settori dei media e connetterli. I professionisti sono ancora pochi, certo, ma Ci sono. Uno di questi e Claudio Gentile, nome Che Ci ricorda i gloriosi mondiali del1982, in realta un ragazzo Che fa una professione tipicamente modema: il Cross Media Project Manager, 0 Cross Media Hunter. Gentile ci spie- gala sua ricetta, semplice, eppure fondarnentale, per un Transmedia Storytelling efficace. “Una Cosa importantissima e Coinvolgere ed emozionare il pubblico”, spiega Gentile. ”Senza un Coinvolgimento, un’emozione, una storia Che prenda di pancia difficilmente i1pub— bliCo lo seguira spostandosi da un medium all’altro”. ”Un’altra re- gola e raccontare il Convenzionale in modo non Convenzionale” ag- giunge Gentile, Che fa l’esempio di un video, girato con lo stile della app per smartphone Dump Ways To Die (un giochino Con dei per- sonaggi animati) Con tutte le morti strane viste nella serie ll trrmo di spade. Anche questo e Transmedia Storytelling: raccontare la storia principale Con mezzi e storie alternativi, a volte generati dal pubbli— Co stesso e non dalla produzione. "Questo ci fa vedere quanto i social network riescono a create una for- ma narrativa e ricreare i diversi attori di una storia”, spiega Gentile. ”Il primo mondo transmediale e stato quello di Matrix, Che pero ha un problema specifico, quello di dare la possibilita all’utente di fruire di tutti i contenuti su tutte le piattaforme” e um altro esempio del Tran- smedia Hunter. ”Mutrix esce nel 1999, poi escono i cartoni animati e anche il videogioco. Qui c'e Yinghippo: personaggi fondamentali per il secondo film, Matrix Reloaded, sono all’interno del videogioco. Chi non ha giocato ha perso qualcosa, e Cosi il film non ha avuto il suc- cesso del primo”. La narrazione su media diversi da anche un altro vantaggio: e possibile sperimentare prirna di lanciare su larga soala la bonta della nostra storia, possiarno Crearla con il media pin semplice Che abbiamo a portata di , {.‘5 ‘I’ 4 A I SOPRA, STAR WARS , » EUNESEMFIO DI i. - . TRANSMEDIA fly. -- STORYTELLING ‘ I DELLA PRIMA ORA. A LATO, CLAUDIO GENTILE CROSSMEDIA _, ~. v ~ PROJECT MANAGER - _ v , o CROSSMEDIA ; =‘ 1 - HUNTER. ,, mano e investire meno budget possibile, Come una / -‘C‘bhe1‘l€ su YouTu- be, IL’ in questo modo lastare il lerrono in merilo alla nostra audience. "Co. ~a‘I si creano dell»: community partccipative, Che sono da coirwolgert-. in modo da avere input sempro Inaggiori", spiega Gentile. "In qu es to modo abbiamu la po: ~‘ibilit£I di lanciare una Campagna di crowdftrndiirg: so nusciarno a coiiwolgure un pubblico inlen. -‘ssalo, questo sarh in grado di finanziare il nostro pl’Ugt. ‘lIO. l-I ptussibile C| ’(‘al’£‘ lUm1£‘ (Ii narrazione

×