Se ha denunciado esta presentación.
Utilizamos tu perfil de LinkedIn y tus datos de actividad para personalizar los anuncios y mostrarte publicidad más relevante. Puedes cambiar tus preferencias de publicidad en cualquier momento.

Digital Marketing ed e-commerce - Parte 2

Prima lezione del Master in Web Strategy organizzato da Quadir in collaborazione con Ventie30, Btwofactory e Pressline.

Cosa serve per fare un e-commerce?
Caratteristiche dello strumento
Attività preliminari
Attività di gestione
Scegliere l'e-commerce
Valutazione di fattibilità

  • Sé el primero en comentar

Digital Marketing ed e-commerce - Parte 2

  1. 1. Cosa serve per fare un e-commerce? La lista della spesa per un e-commerce di successo
  2. 2. Corpo livello uno FOMO Fear of missing out
  3. 3. Lista della spesa L’e-commerce è uno strumento, immaginatelo come lo scalpello dello scultore: da solo non fa nulla e non produce alcun risultato, occorre una opportuna gestione alle spalle. Le cose che ci servono devono dunque essere divise tra caratteristiche tecniche dello strumento, attività preliminari necessarie alla messa in funzione dell’e-commerce e attività che devono essere svolte durante tutta la vita del nostro store. Scelta dello strumento Attività preliminari Attività di gestione / continuative
  4. 4. Caratteristiche dello strumento
  5. 5. Caratteristiche dello strumento • Progettazione strutturale: navigazione, scelta del nome delle categorie, scelta delle funzionalità da offrire; • Grafica: ci sono milioni di siti web oggi nel mondo, il nostro e-commerce deve brillare e convincere, trasmettendo sicurezza e credibilità, inoltre è importante creare 
 call-to-action di grande impatto visivo;
  6. 6. Caratteristiche dello strumento • Immagini di alta qualità. Qual’è il potere delle immagini?
 Creare autenticità. E’ dimostrato che immagini di qualità aiutino a convertire maggiormente la vendita; • Contenuti di qualità, mirati sul cliente fanno aumentare la credibilità del marchio e il tempo speso sul sito, aumentando le probabilità di vendita;
  7. 7. Caratteristiche dello strumento • Sicurezza: spesso considerata superflua o peggio ancora scontata è un elemento di essenziale importanza per la riuscita di un attività di vendita online: • Connessione HTTPS con certificato SSL • PCI compliancy • Scelta di un gateway di pagamento affidabile • Scelta di un hosting di qualità • Backup giornalieri
  8. 8. Caratteristiche dello strumento • Privacy: si avvicina l'entrata in vigore del General Data Protection Regulation, è raccomandato confrontarsi con i 12 passi proposti dalla ICO, l'Information Commissioner’s Office che è l'autorità di controllo con sede nel Regno Unito. • Ecco gli step da seguire per preparare la nostra organizzazione all'entrata in vigore del nuovo Regolamento Europeo sulla privacy ed arrivare pronti alla scadenza del 25/5/2018: • La consapevolezza • Le informazioni in vostro possesso • Le informative sulla Privacy • La verifica dei diritti individuali • Le richieste di accesso • La base normativa • Il consenso • I minori • Le violazioni dei dati • Le valutazioni d’impatto • I responsabili • L'internazionalizzazione https://aws.amazon.com/it/compliance/gdpr-center/
  9. 9. Caratteristiche dello strumento • Ottimizzazione del codice del sito per i motori di ricerca, stiamo parlando di un aspetto prettamente tecnico, che approfondiremo nelle prossime lezioni, per ora vi basti sapere che è molto importante per lo strumento: • avere un sistema di caching per velocizzare il caricamento dei contenuti; • avere una CDN per servire le immagini e i cosiddetti “statici” in modo differito e veloce; • Implementare un sistema di microdati ossia degli invisibili pezzi di codice che aiutano i motori di ricerca a capire i contenuti del vostro sito • avere una sitemap aggiornata automaticamente con tutti i nuovi prodotti del vostro e-commerce
  10. 10. Attività preliminari
  11. 11. Attività preliminari • Impostazione del flusso di lavoro. E’ possibile gestire internamente il magazzino, il packaging dei prodotti e le spedizioni, oppure affidare in outsourcing tutta questa attività. • Se si vendono prodotti realizzati da terzi è necessario prevedere accordi commerciali per quanto riguarda la politica dei prezzi e le regole sul confezionamento ed etichettatura dei prodotti.
  12. 12. Attività preliminari • Magazzino: la vendita online è molto più simile alla vendita tradizionale di quanto si possa immaginare, tuttavia il digitale ci aiuta su certi aspetti: non è obbligatorio avere tutta la merce a magazzino in quanto il compratore acquista sulla base di ciò che vede sul sito (ricordiamo l’importanza delle immagini?) e al giorno d’oggi ci sono numerose aziende che offrono servizi di logistica dedicati al mondo e- commerce (Omnichannel).
  13. 13. Attività preliminari • Selezione gateway di pagamento: occorre selezionare quali sistemi di pagamento verranno accettati dall’e- commerce, è opportuno concordare le tariffe preventivamente per avere un’idea precisa dei costi. • Ecco alcuni dei principali gateway: • Paypal / Paypal Pro • Banca Sella • Postepay • Amazon Pay • Apple Pay • Google Checkout • Satispay
  14. 14. Attività preliminari • Definizione dei prezzi: una volta deciso quale flusso di lavoro adottare, quale spedizioniere e/o partner di logistica e quale gateway di pagamento abbiamo tutte le variabili che ci servono per determinare il listino prezzi. • Qualora si operi in un contesto promiscuo online-offline è necessario determinare quali politiche di prezzo adottare, soprattutto nei confronti dei canali di vendita, dei fornitori o distributori.
  15. 15. Attività di gestione
  16. 16. Attività
 di gestione • Gestione degli ordini e dei rimborsi: quale che sia lo strumento utilizzato è necessario che vi sia una persona incaricata al controllo degli ordini; questa operazione è abbastanza semplice, deve essere effettuata frequentemente, ma non necessariamente in tempo reale; è possibile prevedere alcune fasce orarie per il controllo che permettano di ottimizzare il confezionamento e la spedizione della merce.
  17. 17. Attività
 di gestione • Customer care, emissione delle fatture e rimborsi: se il vostro e- commerce non emette fattura automaticamente (accade di frequente nei casi di attività promiscue online-offline) dovrete prevedere all’invio manuale in modo tempestivo oppure allegare la fattura al materiale. • Customer care e rimborsi devono avvenire in maniera tempestiva, gli e-commerce di successo danno una risposta (non automatica) entro il giorno lavorativo.
  18. 18. Focus: chat in tempo reale?
  19. 19. Attività
 di gestione • Packaging e spedizioni: devono necessariamente avvenire nel minor tempo possibile (potete ringraziare Amazon), a seconda del corriere utilizzato ci sono degli orari entro cui la merce deve essere spedita per avere la consegna nei tempi previsti. • Il packaging è un elemento che estremamente importante che deve essere curato con cura, è l’unico punto di contatto umano- fisico con il cliente; molti venditori online sono aggiungono coupon, piccoli omaggi o messaggi di ringraziamento.
  20. 20. Scegliere
 l’e-commerce Amazon, eBay, Magento, Prestashop, Spotify…ma quale scegliere?
  21. 21. Service, As-a-service, Self-hosted e altri animali… Esistono diverse tipologie di strumenti che possono rientrare nella definizione di
 e-commerce: esistono dei service di terze parti come Amazon, Eventbrite o eBay, altri definiti “as a service” ossia pronti all’uso senza alcune configurazione richiesta come Blomming o Shopify e infine gli e-commerce tradizionali appoggiati al proprio server / dominio come Magento, Prestashop, Wordpress e tutte le soluzioni sviluppate ad-hoc.
  22. 22. Amazon Facilità d’uso Costo di setup Costo di mantenimento Possibilità di espansione
  23. 23. Facilità d’uso Costo di setup Costo di mantenimento Possibilità di espansione Eventbrite
  24. 24. eBay Facilità d’uso Costo di setup Costo di mantenimento Possibilità di espansione
  25. 25. Blomming Include anche una comoda funzione di integrazione con Facebook Facilità d’uso Costo di setup Costo di mantenimento Possibilità di espansione
  26. 26. Shopify Facilità d’uso Costo di setup Costo di mantenimento Possibilità di espansione Opzionalmente permette di avere un app dedicata al negozio reale. Include anche una comoda funzione di integrazione con Facebook
  27. 27. Magento Facilità d’uso Costo di setup Costo di mantenimento Possibilità di espansione
  28. 28. Facilità d’uso Costo di setup Costo di mantenimento Possibilità di espansione Prestashop
  29. 29. Facilità d’uso Costo di setup Costo di mantenimento Possibilità di espansione Wordpress + Woocommerce
  30. 30. Valutazione 
 di fattibilità Costi e benefici, strumenti tecnologici e gestionali, ecco come valutare la fattibilità di un e-commerce.
  31. 31. Attività richieste da un e-commerce • Reparto marketing
 Selezione dello strumento, produzione dei contenuti fotografici e testuali • Reparto vendite
 Gestione degli ordini • Reparto amministrativo
 Fatturazione, rimborsi • Customer care
 Gestione delle domande della clientela, rimborsi e lamentele • Reparto acquisti
 Gestione degli ordini (qualora si venda merce di terzi) • Reparto produttivo / logistica
 Packaging e spedizione della merce
  32. 32. I più grandi mercati per l’e-commerce B2C
  33. 33. Quota di mercato percentuale
  34. 34. Cosa viene acquistato online?
  35. 35. Andamento della domanda in Italia
  36. 36. Mobile commerce in Italia
  37. 37. Q&A Elena Codeluppi, BTWOFACTORY Luca Pelati, VENTIE30 l.pelati@ventie30.it

×