Se ha denunciado esta presentación.
Utilizamos tu perfil de LinkedIn y tus datos de actividad para personalizar los anuncios y mostrarte publicidad más relevante. Puedes cambiar tus preferencias de publicidad en cualquier momento.
Próximo SlideShare
What to Upload to SlideShare
What to Upload to SlideShare
Cargando en…3
×
1 de 9

#LazioSemplice: una Regione più semplice e più forte per te!

1

Compartir

Descargar para leer sin conexión

#LazioSemplice, abbiamo disegnato una Regione più semplice e più forte! 95 azioni per i cittadini, per le imprese, per i territori! Scopri le principali novità

Audiolibros relacionados

Gratis con una prueba de 30 días de Scribd

Ver todo

#LazioSemplice: una Regione più semplice e più forte per te!

  1. 1. ABBIAM O DISEGNATO UNA REG IONE PIù SEM PLICE E PIù FORTE PER I CITTADINI, PER LE IMPRESE, PER I TERRITORI LE PRINCIPALI NOVITÀ APPROVATE IN CONSIGLIO
  2. 2. IL LAZIO PIÙ SEMPLICE E PIÙ FORTE IN 95 AZIONI: • per i cittadini • per le imprese • per i territori
  3. 3. PER I CITTADINI LAZIO SEMPLICE: PARTECIPAZIONE AI PROCESSI DI SEMPLIFICAZIONE PRIMA Non esistevano forme di partecipazione di cittadini, imprese e amministrazioni alle scelte per la semplificazione della Regione. OGGI Sul sito regionale una sezione ad hoc aperta a soggetti pubblici e cittadini per la semplificazione e per promuovere gli Open Data NASCE IL SISTEMA INFORMATIVO PER L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIMA Non esisteva un sistema informativo per trasmettere gli attestati di prestazione energetica. OGGI Nasce un sistema informativo regionale, il SIAPE Lazio, per la presentazione degli attestati di prestazione energetica degli edifici e le valutazioni di congruità. PAGAMENTI ONLINE DEI TRIBUTI PRIMA Il cittadino poteva pagare i tributi regionali solo attraverso bollettino postale o sportello bancario. OGGI Assicurato il pagamento online sia delle imposte sia delle concessioni di competenza della Regione.
  4. 4. PER I CITTADINI ADDIO CERTIFICATO MEDICO SCOLASTICO PRIMA Era necessario che le famiglie presentassero il certificato medico per assenze scolastiche superiori ai cinque giorni. OGGI Non è più necessario con un conseguente risparmio economico per le famiglie e una semplificazione evidente per le istituzioni scolastiche, di ogni ordine e grado. OSSERVATORIO REGIONALE SUI PIANI DI ZONA PRIMA Non c’era uno strumento di controllo sull’attuazione dei Piani di zona. OGGI Nasce l’Osservatorio regionale sui piani di zona come organismo di supporto all’amministrazione sui programmi di edilizia agevolata. GARANZIA DI CONTINUITÀ OCCUPAZIONALE CON RICONOSCIMENTO ANZIANITÀ NEGLI APPALTI REGIONALI PRIMA In caso di cambi appalti regionali, non riconosciuti continuità occupazionale dei lavoratori e diritto d’anzianità ai fini della progressività contributiva. OGGI Le società che si aggiudicano appalti devono assorbire il personale precedentemente impiegato. Ed è riconosciuta l’anzianità di servizio.
  5. 5. PER LE IMPRESE E LA CULTURA SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE (SUAP) PRIMA Molti uffici non erano inseriti nello strumento SUAP e andavano messi a sistema. OGGI Si rafforza lo Sportello Unico per le attività produttive per tutti i procedimenti amministrativi relativi all’avvio, trasferimento, ampliamento di attività commerciali. ANCHE LE IMPRESE SINGOLE NEI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PRIMA Le imprese potevano partecipare alle iniziative della Regione per l’internazionalizzazione solo in forma aggregata. OGGI Possono partecipare ai programmi di internazionalizzazione anche le “imprese singole”. PIÙ FACILE DIVERSIFICARE LE ATTIVITÀ DELLE IMPRESE AGRICOLE PRIMA Non c’era chiarezza sulle attività extra-agricole consentite. OGGI Le imprese agricole possono puntare sulla multifunzionalità, con attività dall’agriturismo all’agricoltura sociale
  6. 6. PER LE IMPRESE E LA CULTURA INDENNIZZI FAUNA SELVATICA PRIMA I tempi per gli indennizzi non erano certi, e la misura era inefficace OGGI Si adotterà un Regolamento per snellire e semplificare l’iter relativo all’indennizzo di danni causati dalla fauna selvatica. RIFORMA DEI CONSORZI INDUSTRIALI, DA 5 A 1 PRIMA Sono 5 i Consorzi industriali con un’evidente parcellizzazione di informazioni e costi di funzionamento. OGGI I Consorzi vengono unificati: meno spese, più coordinamento, meno iniziative tra loro scollegate. PIÙ SEMPLICI LE PROCEDURE PER APRIRE SALE CINEMATOGRAFICHE PRIMA Erano necessari diversi procedimenti di autorizzazione amministrativa, con tempi lunghi e diversi soggetti competenti per avviare un’attività di esercizio cinematografico. OGGI Autorizzazione unica: un solo provvedimento comprensivo di tutti i pareri e le concessioni, rilasciato dal Comune fino a 2.500mq e dalla Regione per superfici superiori.
  7. 7. PER LE IMPRESE E LA CULTURA TORNA LA PROGRAMMAZIONE TRIENNALE PER CULTURA E SPETTACOLO PRIMA Gli istituti culturali, i musei, le biblioteche e il mondo dello spettacolo non avevano certezze dalla Regione per fare programmazione pluriennale. OGGI Reintroduciamo la programmazione triennale strategica per istituti, musei e biblioteche, che mancava dal 2007. Programmazione triennale anche per lo spettacolo dal vivo. UN COMITATO PIÙ SNELLO PER INDIVIDUARE E VALORIZZARE LE DIMORE STORICHE PRIMA L’individuazione e valorizzazione e delle dimore storiche era affidata a un Comitato tecnico-scientifico composto da 16 componenti e vari passaggi amministrativi. OGGI Il Comitato tecnico scientifico viene sostituito con un Comitato Consultivo più snello composto dalla metà dei componenti, da 16 a 8. ESTESO AI PROSSIMI ANNI IL FONDO CREATIVITÀ PRIMA Il Fondo per il sostegno e lo sviluppo di imprese creative era previsto solo per il biennio 2014-2016. OGGI Si estende, anche per le prossime annualità, la possibilità di destinare le risorse del Fondo della creatività destinato alle start up
  8. 8. PER I TERRITORI E GLI ENTI LOCALI PIÙ FACILE L’ACCESSO DEI COMUNI AL FONDO PER PREVENIRE IL DISSESTO FINANZIARIO PRIMA Potevano accedere al Fondo per dissesto finanziario solo quei Comuni che soddisfacevano contemporaneamente tre indicatori. OGGI Più semplice e meno selettivo l’accesso al Fondo, ampliando anche il plafond delle risorse PROCEDURE SOLO ONLINE NELLE GARE D’APPALTO PRIMA La trasmissione dei bandi e degli avvisi tra stazioni appaltanti e imprese avveniva per via cartacea, con costi elevati e tempi più lunghi. OGGI Si stabilisce l’obbligo, a partire dal 18 ottobre 2018, di trasmissione per via elettronica di bandi e avvisi tra stazioni appaltanti e imprese in tutte le fasi di gara. OPERAZIONE SANIM: LA REGIONE CONTINUA A RIACQUISIRE GLI OSPEDALI PRIMA Nel 2017 comincia il riacquisto, da parte della Regione, di 16 ospedali con un risparmio a carico del bilancio regionale pari a 27 milioni di euro. OGGI Prosegue la ristrutturazione dell’operazione San.Im con il riacquisto e trasferimento alle Asl di altri 32 ospedali. Viene messa in liquidazione SAN.IM S.p.A. con un risparmio di 300mila euro l’anno.
  9. 9. PER I TERRITORI E GLI ENTI LOCALI PARTE IL PIANO PER IL RILANCIO DEL TRATTO METROPOLITANO DEL FIUME TEVERE PRIMA Il fiume Tevere non era mai stato oggetto di piani di riqualificazione organica e d’inclusione con l’assetto urbano. OGGI La Regione promuove accordi di programma con amministrazioni, privati, associazioni di categoria e soggetti sul territorio. Tra gli obiettivi, la navigabilità nel tratto da Castel Giubileo sino alla foce. PIÙ VELOCI E SEMPLICI LE PROCEDURE PER L’APPROVAZIONE DEI PIANI DEGLI ENTI PARCO PRIMA I tempi di approvazione di piani di assetto delle Aree naturali protette non erano contingentati. OGGI Ridotti i tempi di approvazione dei piani: la proposta, entro tre mesi dall’assegnazione alla Commissione consiliare competente, deve essere iscritta all’ordine del giorno dell’Aula che deve esprimersi entro i successivi 120 giorni. IL PARCO DELL’APPIA ANTICA DIVENTA PIÙ GRANDE E PIÙ CONNESSO CON IL CENTRO PRIMA Il parco regionale dell’Appia Antica aveva un’estensione di circa 3.500 ettari ed era compresso dalla città che gli è cresciuta intorno. OGGI Il parco viene esteso di oltre1.500 ettari e la più grande delle espansioni, di circa 800 ettari, comprende la parte residuale dell'Agro Romano e raggiunge il Comune di Marino fino al Divino Amore. Finalmente il parco è anche più connesso con il centro di Roma. RICONOSCIUTA A TUTTI COMUNI DEL LAZIO LA RILEVANZA TURISTICA PRIMA Non esisteva un elenco regionale che includesse tutti i Comuni del Lazio per rilevanza turistica, ma solo quelli capoluogo di provincia e le unioni di Comuni. OGGI Si riconosce la rilevanza turistica di tutti i Comuni del Lazio. Viene istituto albo regionale pro loco e semplificate le procedure d’iscrizione delle pro loco nell’albo.

×