Se ha denunciado esta presentación.

L'avvertimento- Seconda Venuta- Il libro della Verità- MDM

8.817 visualizaciones

Publicado el

Gesù all'umanità- gruppo di Preghiera- Italia
http://messaggidivinamisericordia.blogspot.it/
Contatto Mail: gesuallumanitaitalia@yahoo.it
Il libro della Verità on line: http://illibrodellaverita.blogspot.it/

Publicado en: Meditación
  • Sé el primero en comentar

L'avvertimento- Seconda Venuta- Il libro della Verità- MDM

  1. 1.  l’AVVERTIMENTO Accadrà presto “L’illuminazione della coscienza” predetta dalla Madonna a Garabandal nel 1961, per salvare il mondo. Perché L’Avvertimento è in atto? - Per dimostrare a tutti che Dio esiste. - Per riportare tutti da Gesù e nella via della verità. - Per attenuare l’impatto del peccato e del male nel mondo attraverso la con- versione. - sibilità di chiedere perdono per i peccati che abbiamo commesso. - Per convertire i non credenti, i quali non avrebbero alcuna possibilità di ri- Il “Libro della Verità” è citato in Daniele 10:21    Il Libro della Verità
  2. 2.  scatto senza questo grande atto di Misericordia. - Per rafforzare la fede dei credenti. Cosa succederà durante L’Avvertimento? Ogni persona di età superiore ai 7 anni vivrà un incontro privato mistico È un dono di Dio Padre per ricondurre le persone alla verità. Si svolgerà come l’ultimo giorno del Giudizio solo che questa volta non ci saranno condannati. Invece ci sarà data la possibilità di chiedere perdono. Due comete si scontreranno nel cielo. La gente crederà che sia una catastrofe peggiore di un terremoto, ma non lo è; è un segno che Gesù è venuto. Il cielo diventerà rosso e ci apparirà come un fuoco e dopo si vedrà una grande croce nel cielo. Gli atei diranno che era un’illusione. Gli scienziati cercheranno una spiegazio- ne logica, ma non ce ne sarà una. Sarà spettacolare e non ci farà del male poiché si presenterà come un atto di Amore e Misericordia di Gesù. I nostri peccati ci saranno mostrati e questo ci farà sentire un dolore tremen- do e vergogna quando ne verremo a conoscenza. Altri saranno così disgustati e sconvolti dal modo in cui i loro peccati gli saranno rivelati che moriranno prima che abbiano la possibilità di chiedere perdono. Tutti potranno vedere lo stato della loro anima davanti a Dio, il bene che han- sono riusciti a fare. Molte persone cadranno per terra e piangeranno lacrime di sollievo. Lacrime di gioia e felicità. Lacrime di stupore e amore.
  3. 3.  sapremo tutta la verità. Gesù sta ora chiedendo a tutti di pregare per quelle anime che moriranno di shock e che possono essere in peccato mortale. Tutti hanno bisogno di prepa- rarsi ora. Gesù chiede che tutti chiedano il perdono dei loro peccati prima che arrivi il giorno dell’Avvertimento. 20 Maggio 2011 Seconda Venuta. - mente la Seconda Venuta, sicché lasciami spiegare. Sono venuto nel mondo per la prima volta per redimere l’umanità dalle tene- questo non era stato possibile. Questa volta, Vengo di nuovo per ricompensare tutti coloro che mi seguono. Molta confusione esiste nel mondo per quanto riguarda questo evento. In mol- suoi seguaci, che creano sofferenze indicibili nel mondo, saranno banditi dalla terra per 1.000 anni. Riguardo al nuovo Paradiso sulla terra Questo nuovo Paradiso che ho promesso si realizzerà quando il Cielo e la Ter- ra si fonderanno per diventare uno. Questa nuova vita che Io porto a tutti i Miei devoti seguaci è una vita di amore e di gloria. Tuttavia, voi, Miei seguaci, durante questa transizione, dovrete sopportare molte sofferenze. Per aiutare a preparare il mondo per questo grande evento, sto portando in anticipo un grande dono della Mia Misericordia. Il Grande Avvertimento, che darà a cia- scuno di voi la possibilità di vedere i vostri peccati e come Mi offendono, vi
  4. 4.  permetterà di vedere la verità. Quando vi renderete conto della macchia del peccato che esiste dentro di voi solo allora capirete realmente il dolore che provo. Un assaggio di ciò che accadrà nel Giudizio Finale Consentendo a tutti di sperimentare questo grande atto della Mia Misericor- una volta da me. Vedete, Io amo tutti voi con una tale profonda e costante pas- Sappiate comunque che Satana aumenterà adesso la sua attività tramite i vo- stri fratelli e sorelle, per convincervi a voltarMi le spalle anche dopo che que- sto grande evento avrà luogo. È necessario ora aprire le vostre menti, lasciare da parte ogni ragionamento umano e accettare la verità della vostra esistenza sarà perpetrata per impedire di accettare la verità. per voi ignorare le sue argomentazioni, gli insulti e lo scherno. Poiché questo è il modo in cui lavora. Satana opera tramite altre persone per scoraggiarvi. Molti di voi non sanno che Satana sta lavorando in questo modo tramite altre persone delle quali potreste rispettare le opinioni. Ma questo è esattamente - rà questa battaglia, allora quelle povere anime che lo seguono saranno gettate all’inferno con lui. Se desiderate la vita eterna quindi utilizzate questo tempo sulla terra per denunciare Satana mentre è possibile. Governerò la terra per 1.000 anni Io sono ora responsabile degli eventi che si manifestano in questo momento nel mondo. Ho preparato ora la strada per il Mio nuovo regno sulla terra e -
  5. 5.  Questo nuovo paradiso sarà oltre la vostra comprensione, ma ascoltate que- sto. Questa nuova vita offrirà a tutti voi Miei devoti seguaci una vita libera da preoccupazioni. Senza nulla in cambio. Tutto sarà fornito da me. Quanti di voi hanno scelto questo Regno Glorioso, saranno stupiti dalla preziosa gioia che delle promesse che ho fatto in modo che anche loro possano entrare in questa nuova vita sulla Terra. Il tuo amorevole Salvatore Gesù Cristo 3 Dicembre 2011 Profeti per preparare la Mia Seconda Venuta - - gi. Quanto mi rattrista. nella loro vita. Ma chiedo anche di pregare per quei Miei seguaci che hanno essere fermata. Si tratta di un evento importante e tutti voi dovete essere preparati. Profeti sono stati inviati nel mondo per annunciare la Mia nascita. Altri profeti - nizio. Profeti sono ora inviati nel mondo per preparare l’umanità per la Mia Seconda Venuta. Svegliatevi tutti voi che professate di conoscerMi. Se Mi conoscete sapete rico-
  6. 6.  Coloro che così rapidamente Mi condannano, negando le Mie suppliche date al mondo intero attraverso questi messaggi, devono capire questo. Girando le spalle ostinatamente alla Mia parola state negandoMi le preghiere di cui ho tanto bisogno in questo momento. Voi, di tutte le persone che profes- sano di conoscerMi, ascoltate quello che ho da dirvi. - la salvezza delle anime. Dov’è la vostra umiltà? Perché mascherate la vostra avversione per la Mia San- ta Parola con una falsa umiltà? Dovete invocare il Mio Spirito Santo per guidarvi a Me, in modo da lavorare per Me con amore assoluto nei vostri cuori. conoscenza dei Miei insegnamenti per umiliare un altro. Mai calunniare, abu- sare, guardare dall’alto in basso o prendersi gioco degli altri nel Mio nome, perché questo Mi offende grandemente. Svegliatevi bambini. Preparate le vostre anime e siate di spirito generoso poi- ché il tempo è poco ormai. Il vostro amato Salvatore Gesù Cristo
  7. 7.  21 febbraio 2012 di prepararvi per la Mia Seconda Venuta? amato Padre. Devi essere forte poiché questi messaggi provocano indignazione in alcuni ambienti, anche se ispireranno e daranno forza ad altre anime. La Mia Santa Parola è stata respinta da uomini dotti durante il Mio tempo sulla terra. Sono stato respinto come un imbroglione da sacerdoti e da coloro che sostenevano di essere uomini santi. Quelli di voi che dicono che il trattamento riservatoMi fu barbaro sono nel giusto. Quelle persone che vivevano in quei giorni erano incolte, grossolane Salvatore. Alcuni possono dire che erano ignoranti e non sapevano nulla delle anche se sono più istruiti e ben informati, non sono diversi. Quelli che ci si aspetterebbe completamente immersi nella Sacra Bibbia per cogliere gli insegnamenti in essa contenuti, sono ciechi alla verità. - Quando pensavano che gli sarebbe stato concesso questo tempo? Il tempo è molto vicino per la Mia Seconda Venuta sulla terra. Tuttavia, l’umanità non si è preparata per il Mio arrivo. Anche i Miei servitori sacri non predicano l’importanza di questo glorioso evento. Perché questo? Quando pensavate che sarei potuto venire e perché pensate che il tempo non è vicino? Che cosa è che vi rende ciechi e vi chiude le orecchie al suono della Mia voce? Lasciate cadere il mantello d’oro, l’argento e le ricchezze e accettate che voi non siete nulla senza di Me. Senza le Mie grazie non potete preparare le vostre
  8. 8.  anime per il Mio glorioso ritorno. - to questo sin dall’inizio dei tempi. Venuta? Vi prego di ascoltarMi. - - stre anime per rendervi forti. Quelli colpevoli di superbia, arroganza e snobismo religioso troveranno im- possibile aprire i loro cuori perché non hanno la qualità più importante di tutte. L’Umiltà. Senza umiltà e generosità di cuore non è possibile avvicinarsi al Mio Sacro Cuore. Venite da Me bambini. Lasciate che vi porti nel Mio gregge cosicché come un buon pastore Io vi possa condurre verso la salvezza. Il vostro Gesù Redentore dell’umanità
  9. 9.  14 febbraio 2012 Dio Padre: l’Europa sarà il primo obiettivo del Dragone Rosso, in seguito sarà la volta degli USA. Figlia Mia, il Mio tempo, a proposito del Mio Castigo e dell’Avvertimento, non è per vostra conoscenza. solo secondo la Mia Santa Volontà. timidamente la testa, ma con l’intento mortale di divorare i cristiani in tutto il mondo. In paziente attesa per tanto tempo, con il fuoco dalla sua bocca, piomberà e Figlio diletto, Gesù Cristo. Sarà introdotto il comunismo e guai a coloro che si opporranno al regno del Dragone Rosso. Figlia Mia, Mi rendo conto che i recenti messaggi divini dati a te danno fasti- dio, ma la verità deve essere rivelata. È solo attraverso le profezie rese note che la fede sarà ripristinata. Questo è riconoscere la verità dei Miei insegnamenti. Tutte le profezie date ai Miei profeti Daniele e Giovanni si svolgeranno passo dopo passo. - saggi di amore ed io li rassicuro su questo.
  10. 10.  rosso e i suoi ciechi alleati saranno gettati nel fuoco della dannazione eterna. Pregate per le loro anime, perché potete aiutarli attraverso le vostre preghiere per salvarli. L’Avvertimento importa poco ai seguaci di Satana, al dragone rosso e le sue armate. - gno. La loro fedeltà è per il falso paradiso che ha promesso loro. Proprio come alle anime elette è dato il dono delle apparizioni o, come nel tuo caso, il dono di vedere Me e il Mio Figlio diletto, Gesù Cristo, cosi a certe anime sono mostrate le visioni di Satana e dei suoi angeli caduti. Cosi vicino è il loro impegno verso il maligno che molti dei seguaci di Satana preferirebbero morire piuttosto che riconoscere Me, il loro Padre Onni- potente. loro anime. Vi saranno risparmiate le persecuzioni in modo da rimanere forti per pregare con tutte le vostre forze per queste persone malvagie. - zioni religiose. Una Preghiera nei Miei confronti, vostro Padre, deve ora essere inclusa nelle vostre preghiere quotidiane, con questa speciale Crociata di preghiera (30) O Mio Padre Eterno Dio Creatore dell’Universo, in nome del tuo Figlio prezioso Ti prego di farti amare di più. Aiutaci ad essere coraggiosi, impavidi e forti di fronte alle avversità. Ammorbidisci i cuori delle anime impure, Apri i loro occhi alla verità del Tuo amore in modo che possano unirsi
  11. 11.  per noi Secondo la tua Volontà Divina Amen. Per quelli di voi con un amore profondo per Me, il Padre vostro, sappiate che devo prepararvi per questo importante viaggio. comunicassi con voi durante questi ultimi tempi come li conosciamo sulla Terra, come sono ora. Per coloro che possono essere spaventati dalle Mie parole Santissime, lasciate - fetto sulla terra. preparato per voi. - re sotto il regno di Mio Figlio, Gesù Cristo. Solo allora la mia Santa Volontà sarà fatta sulla terra come in cielo. Il vostro Amorevole Padre Dio, il Creatore di tutta l’umanità Dio del Altissimo
  12. 12.  9 novembre 2010 Primo messaggio ricevuto dal nostro Salvatore Gesù Cristo. su tutti quelli che Mi respingono. La Mia Misericordia non conosce limiti per tutti quelli che seguono la verità della Mia sofferenza sulla croce. Gioite per quei Miei seguaci che respingono le tentazioni che affrontano ogni giorno. Quelli che hanno voltato le spalle ai Miei insegnamenti sono ciechi di fronte alle promesse fatte da Me quando sono morto per i loro peccati sulla croce. Sono in profondo dolore e mi sento desolato per l’abbandono che patisco dai Miei amati peccatori, per i quali ho dato la mia vita terrena. La terra è nel buio in questo momento. I Miei seguaci soffrono molto con Me quando sono testimoni di un mondo di peccatori che non solo ha voltato le - Sono angosciato e piango lacrime amare di delusione e dolore per il modo in la loro indifferenza per pregare e unirsi a Me per aiutare coloro le cui anime sono state rubate dal Maligno. - ce. Deve essere dal cuore. Credenti non abbiate paura di alzare le vostre voci all’unisono per dichiarare l’amore che ho per tutti. Cristiani, musulmani, indù, ebrei e tutte quelle fedi dedotte dalla fallibile men- te del genere umano – vi invito tutti, un’ultima volta, ad aprire gli occhi alla Vera Parola di Dio. Il Dio che ha inviato a voi la parola per mezzo dei profeti. La verità è stata scritta e documentata nella Parola Santa delle Scritture che nes- interpretazione. C’è un solo Dio. Così, mettete giù le vostre armi, aprite gli oc-
  13. 13.  Vi amo tutti così tanto che ho dato la Mia vita per Voi. Avete dimenticato? Attra- verso la Mia Divina Misericordia imploro tutti voi un’ultima volta a ritornare da Me. Attraverso la Mia Misericordia torno sulla terra per cercare di aiutarvi di distruggervi. Cercate la verità. L’amore – l’amore puro – è il cammino verso il Regno del Padre Mio. Per favore, ricordate la Mia Divina Misericordia. Amo tutti e ciascuno di voi. Pregate per il perdono adesso. Tenete le vostre mani e lasciate che vi guidi presso il Regno del Padre Mio. Sto tornando sulla terra come predetto. Quel tempo sta avvicinando così rapidamente che molti non saranno preparati. Così in tanti saranno scioccati e colti alla sprovvista che non crederanno a quello l’umanità per questo grande evento. Credenti, v’invito tutti ad ascoltare il Mio Avvertimento. Diffondete la veri- ubbidire alla Mia parola. Amo tutti voi. Vi chiedo di pregare per la conversione seguaci, ma vi supplico tutti, ora, di salvare le anime. Dovete ricordare a tutti l’urgenza di liberare le loro menti dalle occupazioni mondane. Invece cercate le virtù dell’umiltà semplice, priva di egoismo e d’idolatria. Le persone comuni dovranno aprire la strada per diffondere la verità sulla Mia Seconda Venuta. A causa del buio spirituale in rapida evoluzione, diffusa dall’ateismo e dall’on- data di culto satanico nel mondo triste e ingrato di oggi, sono le anime sempli- ci, i veri credenti, i quali dovranno assumersi questo compito. Pregate ora per la salvezza del genere umano poiché il mondo si dirige ora verso la Grande Tribolazione come predetto nella Sacra Scrittura. Spetterà al libero arbitrio degli uomini se sono disposti a cercare il riscatto per i loro pec- Il vostro Salvatore Gesù Cristo
  14. 14.  20 gennaio 2012 Il libro sigillato della Verità sarà aperto per preparare la Mia Seconda Venuta. Le opinioni del genere umano non sono nulla se paragonate alle Mie Sante Parole date a te. parola dovrebbe riguardarti. Figlia Mia, ci si aspetta tanto da te adesso, così in fretta che non sarai in grado di tirare il respiro. come prepararsi adeguatamente. Se ti dovessi concedere distrazioni, come le opinioni o i punti di vista della gente, perderesti il tuo tempo inutilmente, e allora questo ti porterebbe lonta- no dall’opera che è veramente importante. - geranno il mondo intero, chiunque crede in Me si pentirà. Coloro che Mi amano e che ricevono i Miei messaggi dati a te, si rivolgeranno al Mio Sacro Cuore con amore e gioia nelle loro anime. L’anticristo e il suo gruppo, anche se indebolito a causa della confessione glo- Il Mio esercito prenderà posizione e comincerà a lottare per salvare la Santa - - no per strada. Saranno talmente illusi che penseranno di stare seguendo la Chiesa Cattolica ortodossa. In realtà essi si schiereranno con il falso profeta che regnerà sulla
  15. 15.  Mia Santa Sede, con superbia e disprezzo nel suo cuore. - tigare quest’abominio. Ho bisogno di preghiera per salvare le anime dei Miei poveri sacerdoti fuor- viati, vescovi e cardinali ciechi alla verità. La Santa Sede di Pietro sarà profanata dagli angeli caduti di Satana in combut- ta con l‘anti-Cristo e i suoi vari organizzazioni. Figlia Mia, tutti sono uno, generati da Satana. So che questo è spaventoso, ma non durerà a lungo. La preghiera, e gran parte - le, se siete cattolici, In caso contrario, esorto tutti voi a cercare la redenzione per i vostri peccati con purezza di cuore. - guito dovete pregare per la pace sulla terra. I preparativi della Mia Seconda Venuta inizieranno subito dopo che l’Avverti- mento avrà luogo. Mia, e fatti vedere a tutto il mondo. Il Mio Libro della Verità sarà dato al mondo in modo che le vostre anime siano Solo allora sarete pronti a venire con Me nell’era della Divina Volontà del Pa- Il vostro amato Gesù Salvatore dell’Umanità
  16. 16.  22 Giugno 2011 L’Avvertimento fornirà la prova che Dio esiste. - tero. - ranno faccia a faccia di fronte a Me. Quanto desidero mostrare loro che davve- ro esisto e quanto aspetto la gioia sui loro volti quando testimonieranno il Mio amore e la Mia misericordia. - possibile vivere una nuova vita in cui tutti seguiranno la verità dei Miei inse- gnamenti. - Sarà attraverso questo dono dell’Avvertimento che gli occhi degli uomini si oltre. Coloro che vivono oggi in questo mondo devono comprendere quanto siano Figlio diletto, anche se questo è oltre la vostra comprensione. Dopo L’Avvertimento non ritornate ai vostri vecchi modi. - za e vi sarà mostrato come il peccato non solo offende me ma vi spinge verso il basso nella via per l’inferno. Il periodo dopo L’Avvertimento è cruciale per la pace nel mondo e per la vo- Lasciate che L’Avvertimento vi porti a Me come un tutt’uno. Se lo farete e pre- gherete per avere consiglio, sarete ricompensati con il nuovo Paradiso sulla
  17. 17.  Terra, dove non vi mancherà niente. Rallegratevi. Ascoltatemi. Prestate attenzione al Mio messaggio e lasciate che il Mio amore vi avvolga verso il Mio glorioso regno. Vi amo tutti. La prossima volta che percepite una pugnalata d’amore nel vo- stro cuore per un altro essere, ricordate che questo dono viene da Me. Senza amore non c’è vita. Il vostro divino Re della Misericordia Gesù Cristo Figlio di Dio, il Padre Eterno 14 dicembre 2011 La Seconda Venuta avverrà subito dopo L’Avvertimento - golo messaggio dato a te potrà mai essere contaminato. Sei saldamente nel Mio Sacrissimo Cuore e la tua mano è guidata dalla Mia mano. - smettere i Miei messaggi all’umanità intera. L’Avvertimento accadrà nel modo più inatteso e quando gli uomini saranno colti alla sprovvista. Il tempo è molto breve, cosicché dedica quanto più tempo a pregare intensa- mente per salvare le anime. Tutte le anime. Il Castigo è stato trattenuto e accadrà solamente se dopo L’Avvertimento gli uomini non riusciranno a pentirsi e ritorneranno di nuovo numerosi verso le loro vie malvagie. Mio Padre mi ha concesso il permesso di annunciare la mia Seconda Venuta sulla terra entro un brevissimo periodo di tempo. Accadrà subito dopo L’Av-
  18. 18.  vertimento. Tutte le anime devono essere pienamente preparate. La prossima crociata di preghiera per salvare le anime è la seguente: Oh Padre Onnipotente, Dio, l’Altissimo Ti prego di avere pietà di tutti i peccatori l’abbondanza delle grazie Ascolta le mie suppliche per la mia propria famiglia e fai in modo che ognuno trovi grazia nel Tuo Cuore Amorevole. - Preservaci da ogni male e proteggici Illuminaci in modo da poter aprire gli occhi per ascoltare e accettare la verità della nostra salvezza, senza nessuna paura nelle nostre anime. Va in pace. Il tuo amorevole Salvatore Gesù Cristo
  19. 19.                         
  20. 20.                           
  21. 21.                    
  22. 22.                       
  23. 23.                      
  24. 24.                    
  25. 25.                
  26. 26.                       
  27. 27.                       
  28. 28.                      
  29. 29.                          
  30. 30.                 
  31. 31.                
  32. 32.                  Contatto Mail: gesuallumanitaitalia@yahoo.it Puoi leggere tutti i messaggi su questo sito: http://illibrodellaverita.blogspot.it/

×