Se ha denunciado esta presentación.
Utilizamos tu perfil de LinkedIn y tus datos de actividad para personalizar los anuncios y mostrarte publicidad más relevante. Puedes cambiar tus preferencias de publicidad en cualquier momento.

Sebastiano pulvirenti, orientare il p.o.f. in dimensione europea

  • Inicia sesión para ver los comentarios

  • Sé el primero en recomendar esto

Sebastiano pulvirenti, orientare il p.o.f. in dimensione europea

  1. 1. ET 2020 - Un quadro di riferimento per orientare il P.O.F. in dimensione europeaSeminario Comenius regio19 Luglio 2011di Sebastiano Pulvirenti Sebastiano Pulvirenti sepulvi@gmail.com 1
  2. 2. Orientare il P.O.F.Analisi di scuola: Tener conto del quadroquali le questioni strategico del Consiglioaperte? Definire le dell’UEprospettive di (12 maggio 2009)recupero/sviluppo Definire gli obiettiviRidefinire gli strategiciobiettivi alla lucedelle innovazioni e Stabilire indicatori edelle modificazioni benchmarkdel territorio Sebastiano Pulvirenti sepulvi@gmail.com 2
  3. 3. ET 2020: I Quattro obiettivi strategici 2. Migliorare 1. Rendere effettivo qualità ed l’apprendimentope efficacia rmanente e la dell’istruzione e mobilità della formazione 4. Incoraggiare la 3. Promuovere l’equità, creatività e l’innovazione, la inclusa l’imprenditorialitàcoesione sociale e la a tutti i livellicittadinanza attiva dell’istruzione e della formazione Sebastiano Pulvirenti sepulvi@gmail.com 3
  4. 4. Tre settori di riferimento Sviluppo sostenibile a bassa emissione di carbonio e utilizzoEconomia basata razionale delle risorsesu conoscenza edinnovazione Inclusione nella società e nell’economia Sebastiano Pulvirenti sepulvi@gmail.com 4
  5. 5. Indicatori e benchmark per il 2020 18-24enni con diploma primo ciclo e non in formazione: nonoltre il 10% Partecipazione degli adulti 25/64enni alla formazionepermanente: almeno il 15% Adulti 30/34 anni con diploma Istruzione superiore: almeno il40% Istruzione prima infanzia: almeno il 95% dei bambini tra 4anni ed inizio istruzione primaria obbligatoria Insufficienti competenze di base dei quindicenni: meno del15% Sebastiano Pulvirenti sepulvi@gmail.com 5
  6. 6. Questioni aperte(Dalla Relazione del Consiglio Europeo del 17 giugno2010)  Impegno della scuola nel settore delle competenze  Riforme ispirate al quadro europeo delle competenze chiave  Preoccupazione per il risultato negativo nella rilevazione sulle abilità in lettura  Riconoscimento all’Italia circa l’approfondimento delle competenze chiave rimodulate nel settore della cittadinanza (DM 22.8.2007 Obbligo di istruzione) Sebastiano Pulvirenti sepulvi@gmail.com 6
  7. 7. Didattica in dimensione europea Orientare la didattica in modo da Orientare la didattica in modo da sviluppare conoscenze, abilità e sviluppare conoscenze, abilità e competenze di tipo strumentale e competenze di tipo strumentale e metodologico metodologico Sebastiano Pulvirenti sepulvi@gmail.com 7
  8. 8. Le otto competenze chiave 4. competenza 1. comunicazione digitale nella madrelingua 3. competenza 5. imparare a2. comunicazione matematica e impararenelle lingue competenze di basestraniere in scienza e 6. competenze sociali tecnologia e civiche 7. spirito di iniziativa e 8. consapevolezza ed imprenditorialità espressione culturale Sebastiano Pulvirenti sepulvi@gmail.com 8
  9. 9. Le otto competenze chiave di cittadinanza (Regolamento 22.8.2007 Obbligo Istruz.) 4. Collaborare e1. Imparare ad partecipareimparare 3. Comunicare 5. Agire in modo2. Progettare autonomo e responsabile 6. Risolvere problemi 8. Acquisire e7. Individuare interpretarecollegamenti e relazioni l’informazione Sebastiano Pulvirenti sepulvi@gmail.com 9
  10. 10. LA STRUTTURA DELLA COMPETENZA EMOTIVA (Daniel Goleman)Consapevolezza di sé Padronanza di séConoscenza stati interiori Dominare gli stati interioriRiconoscimento emozioni AutocontrolloAutovalutazione accurata AdattabilitàFiducia in se stessi Motivazione Assunzione responsabilità Avere tendenze emotive Avere impegno Prendere iniziative Possedere ottimismoAbilità sociali EmpatiaAbilità nell’indurre risposte Consapevolezza delle desiderabili negli altri esigenze e degli interessi Influenza altrui Comunicazione Comprensione degli altri Sebastiano Pulvirenti sepulvi@gmail.com 10
  11. 11. L’apprendimento autodiretto (Richard Boyatzis)Il mio sé ideale Il mio sé realeChi voglio essere? Chi sono? Sviluppare relazioni di fiducia Capire quali sono le proprie doti Rendersi conto delle proprie lacuneSperimentare e mettere in Il mio programma dipratica apprendimentoNuovi comportamenti, Sviluppare i punti di forzapensieri e sentimenti Ridurre le lacune Sebastiano Pulvirenti sepulvi@libero.it
  12. 12. Finalità specifiche della dimensione europea dell’istruzione Favorire Costruire autonomia di saperi pensiero Promuovere la capacità di elaborare metodi Creare situazioni formative ditipo modulare Sebastiano Pulvirenti sepulvi@gmail.com 12
  13. 13. Apprendere ad insegnaresignifica avere qualcosa da dire,ma vuole anche dire avere molto da ascoltare.Vuol dire aiutare gli altri ad essere aiutati;vuol dire rendersi conto che…non si può essere artefici di progressosenza essere convinti di potersbagliare e di doversicorreggere Graziella Ballanti 13

×