Se ha denunciado esta presentación.
Utilizamos tu perfil de LinkedIn y tus datos de actividad para personalizar los anuncios y mostrarte publicidad más relevante. Puedes cambiar tus preferencias de publicidad en cualquier momento.

Social network e Web 2.0 per le PMI tra organizzazione, strategie e risultati attesi

1.984 visualizaciones

Publicado el

Presentazione effettuata durante Workshop a SMAU Business Bari 2013. Rispetto alle versioni precedenti ci sono una serie di slide dedicate al Content Marketing.

Publicado en: Empresariales
  • Sé el primero en comentar

Social network e Web 2.0 per le PMI tra organizzazione, strategie e risultati attesi

  1. 1. Social network e Web 2.0 per le PMI tra organizzazione, strategie e risultati attesi Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  2. 2. Mi presento …Sono giornalista, libero professionista e consulente, dirigo il portale di informazione online Zeroventiquattro.it, mi occupo di comunicazione, formazione e copywriting, sonoSocial Media Strategist e PR, esperto in strategie per la creazione e la diffusione deicontenuti sulla rete.Sono convinto che ogni attività sui Social network e più in generale sul web, abbiabisogno di strategia e di un cambiamento di mentalità in grado di portare a uncambiamento organizzativo e di approccio. http://micheledelledera.it Vi presento - AsernetAsernet è specializzata in tecnologia, comunicazione e nuovi media, e nello sviluppo diapplicativi web oriented come la piattaforma di enterprise content management e iservizi per il WEB 2.0, piani di comunicazione integrata, servizi e soluzioni GIS eWebGIS, soluzioni di CRM e ERP.Asernet è specializzata in Servizi e Soluzioni per le PMI. http://www.asernet.it Michele DellEdera http://www.micheledelledera.it
  3. 3. Il mondo è cambiato: Le persone, comunicano, , si consigliano , si ascoltano. … e lo fanno on line E’ l’era dei Social Network Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  4. 4. “il mondo del business non ha scelta se utilizzare o meno i social media. La scelta riguarda solo quanto intelligentemente si possano usare” Erik Qualman Il mercato è su internet Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  5. 5. Il web, un mondo di “amici” Nessuno compra più a scatola chiusa come proponeva una famosa pubblicità Quasi tutti chiedono il consiglio di chi ispira loro fiducia … degli “amici” Nessuno tace se subisce un torto da un suo fornitore o se rimane deluso da un prodotto / servizio Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  6. 6. DAL CLIENTE CONSUMATORE AL CLIENTE SOCIAL … Non ascolta più solo la “campana” dell’azienda Si fida soprattutto della “sua rete sociale” Approfondisce tutte le novità su ogni singolo prodotto … Attraverso Twitter, Facebook, blog, gruppi di consumatori … news … commenti … ecc. Non è più l’azienda che si racconta, sono gli altri che raccontano l’azienda … Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  7. 7. DAL CLIENTE CONSUMATORE AL CLIENTE SOCIAL • Il cliente social non accetta più tanto volentieri le e-mail • E’ disposto a ricevere informazioni rilevanti che soddisfino i suoi bisogni e plachino le sue “paure” in quel particolare momento … • Il cliente social si aspetta che i marchi e le aziende siano presenti sui social network che frequenta e chiede a queste aziende (persone) l’ascolto Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  8. 8. DOVE COMUNICA IL CLIENTE SOCIAL …• Non userà più un solo canale: – E-mail aziendale – Servizio di Assistenza telefonico – Forum assistenza• Userà i suoi canali preferiti … – Userà i luoghi in cui si sente a suo agio• … E l’azienda dovrà esserci ! Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  9. 9. Che fare ?...• “Ascoltare” le conversazioni dei clienti• Saper “analizzare” le conversazioni dei clienti• “Correlare” le informazioni provenienti dall’ambiente social e web 2.0 con le informazioni presenti in azienda• “Agire” partendo da questi dati e queste “richieste” che vengono dai clienti (dal mercato).• “Fare in modo” che i tuoi clienti aiutino i tuoi clienti … Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  10. 10. Come farlo ?... • Avere una strategia, un progetto • Non affidare l’attività a un solo dipartimento aziendale • Avere bene in mente quali possano essere gli interlocutori • Fare in modo che l’approdo sia l’azienda • Monitorare i canali social: essere attivi • Utilizzare ogni canale strategicamente Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  11. 11. Perché farlo ? … Valorizzazione Creazione di del brand una community aziendale Effettuare Potenziamento attività di della engagement comunicazione Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  12. 12. Dove farlo ? … Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  13. 13. Dove farlo ? … Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  14. 14. Quali le web action di valore ? Commenti pubblicati dai lettori Condivisioni o Iscrizione alla ripubblicazioni newsletter Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  15. 15. Quali le web action di valore ? Amici / Contatti aggiunti Acquisizione di un Fan/Follower indirizzo e-mail con consenso Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  16. 16. Quali le web action di valore ? Notizie / Storie / articoli Voti sui Web Form contenuti Compilate Argomenti Numero Creati Download Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  17. 17. Quali le web action di valore ? Visualizzazioni video Acquisti Upload Iscrizioni a Coupon concorsi scaricati Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  18. 18. Michele DellEderawww.micheledelledera.it
  19. 19. Ma chi o cosa attira il “pubblico” ? Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  20. 20. Content Marketing, una novità ? Ecco , in 2 minuti la storia recente del content marketing ! Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  21. 21. Il Futuro ? Sicuramente i contenuti ! Contenuti di tutti i tipi e in tutti i luoghi: Non solo sul portale aziendale… Audio anzi… Multim ediali Video Vere e proprie Scritti storie Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  22. 22. Contenuti ? Come ? Interes SimpaUtili santi Godibili tici Virali Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  23. 23. I contenuti, dove ? Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  24. 24. Contenuti OriginaliI contenuti vanno pensati…Vanno cioè studiati a seconda delle persone a cui sono orientatiIl content marketing non può essere lasciato allo stagista di turnoI contenuti saranno vari per argomento e per tipologiaI contenuti saranno condivisi e aperti Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  25. 25. Contenuti OriginaliI contenuti vanno veicolati con tutte le tecniche di comunicazione Chi fa content marketing agisce come una redazione Più professionalità che collaborano I CONTENUTI DEVONO ESSERE “FRESCHI” LA COMUNICAZIONE E’ TALE IN UN SOLO MODO In TEMPO REALE ! Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  26. 26. Michele DellEderawww.micheledelledera.it
  27. 27. Come cominciamo ? …• Scegliamo le piattaforme social e web 2.0• Creiamo il nostro profilo dettagliato per ogni piattaforma• Costruiamo connessioni / relazioni• Condividiamo• Integriamo i vari canali• Siamo presenti• Creiamo contenuti coerenti ai nostri obiettivi Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  28. 28. Cosa dobbiamo ricordare ? Protagonisti delle relazioni in rete OGGI Sono le persone ! Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  29. 29. Cosa dobbiamo ricordare ? Ciò che avviene on line Deve avere un suo riscontro off-line L’Azienda ne deve essere cosciente Michele DellEdera www.micheledelledera.it
  30. 30. Grazie ! Ecco i miei contatti: La mia e-mail: michele.delledera@gmail.com Il mio Blog: http://www.micheledelledera.it Il mio account Twitter: @micdel64 Su Facebook: http://www.facebook.com/michele.delledera Su Slideshare: http://www.slideshare.net/micheledelledera E poi ancora su: Linkedin, Viadeo, Pinterest, Wordpress, Youmpa, Youtube Michele DellEdera www.micheledelledera.it

×