Se ha denunciado esta presentación.
Utilizamos tu perfil de LinkedIn y tus datos de actividad para personalizar los anuncios y mostrarte publicidad más relevante. Puedes cambiar tus preferencias de publicidad en cualquier momento.

Corso cellulari - Quarta lezione

Introduzione alla telefonia cellulare. 8 lezioni.
Panoramica sul mondo della telefonia cellulare, esposta in modo sintetico, per fornire una conoscenza di base.
Il cellulare base: I messaggini SMS - Accesso facilitato - Costi del Servizio - Raccomandazioni

  • Sé el primero en comentar

  • Sé el primero en recomendar esto

Corso cellulari - Quarta lezione

  1. 1. ago 2013 mngfnc@yahoo.com Introduzione alla telefonia cellulare 4 mngfnc@yahoo.com
  2. 2. ago 2013 mngfnc@yahoo.com IL CELLULARE BASE – GLI SMS (MESSAGGINI) Il termine SMS (dall'inglese Short Message Service = servizio messaggi brevi) indica un messaggio di testo inviato da un telefonino ad un altro via rete telefonica (il numero massimo di caratteri è di 160 nel nostro alfabeto). Il servizio è stato inserito nei cellulari GSM fino dai primi modelli. Per facilitare la scrittura i cellulari sono dotati di tastiere compatte o semplici, che sono dette anche tastierini. Tra i principali vantaggi dell'SMS, c'è il presunto basso costo (attorno ai 15 cent) rispetto ad una lunga telefonata, la possibilità di comunicare con un telefono temporaneamente non raggiungibile e, per il destinatario, di leggere il messaggio in un momento successivo alla ricezione. Per gli SMS esistono anche sconti per grandi volumi, per fare concorrenza agli Instant Message in espansione dal 2005. E’ stato anche inventato un sistema per l'inserimento facilitato delle parole denominato T9 con un vocabolario integrato nel cellulare: il sistema cerca di prevedere quale parola l'utente stia scrivendo e propone di completarla, risparmiando la pressione dei tasti corrispondenti alle lettere mancanti. Il vocabolario può essere generalmente integrato dall'utilizzatore con nuove voci. Nella modalità di immissione del testo, la pressione dei tasti scrive i caratteri Alfabetici presenti accanto ai Numeri. In pratica premendo una volta si immette la prima lettera presente sul tasto (ad esempio la pressione del numero 2 scrive “a“, mentre la doppia pressione del 2 scrive "b" e la tripla pressione scrive "c" sullo schermo; analogamente premendo 4 volte il 9 si ottiene "z“).
  3. 3. ago 2013 mngfnc@yahoo.com IL CELLULARE – ACCESSO FACILITATO Le tastiere classiche hanno un piccolo rilievo sul tasto numero 5 per il riconoscimento al tatto. Sarà possibile dedurre la posizione degli altri tasti a partire dal “5” in quanto la disposizione delle cifre è standard. Con uno sforzo mnemonico iniziale i non vedenti saranno in grado di digitare i numeri basandosi sulla posizione del numero 5. Non è una soluzione ideale, ma cerca di fornire un certo aiuto. Nel 2005 una ditta italiana di elettronica ha prodotto un dispositivo semplificato: senza schermo e con 7 grandi tasti. Due tasti servivano per rispondere e per interrompere le telefonate come in tutti i cellulari. Le chiamate si eseguivano verso 5 numeri memorizzati nell'apparecchio ed associati agli altri tasti. E’ stato poi prodotto anche telefonino con 6 numeri ed anche un tasto SOS per chiamare un numero di emergenza. Modelli semplificati e con tasti grandi sono talvolta prodotti dai principali costruttori di cellulari con caratteristiche meno innovative e somiglianze con i vecchi apparecchi: ad esempio schermo monocromatico e poche funzioni. Esistono poi tecnologie avanzate, di cui si parlerà più avanti, che possono esser utili a persone con limitate abilità. Ad esempio i comandi vocali per ordinare al cellulare di rispondere o eseguire chiamate e la possibilità di ascoltare i messaggi, come gli SMS, le chat o la posta elettronica, invece che leggerli sullo schermo. Anche se i dispositivi forniti delle opzioni sopramenzionate apparissero soluzioni ideali in alcune situazioni, occorre sempre verificarne il funzionamento.
  4. 4. ago 2013 mngfnc@yahoo.com IL CELLULARE – COSTI DEL SERVIZIO Le tariffe delle telefonate effettuate col telefonino sono più alte di quelle dell'apparecchio fisso e questo è comprensibile in virtù della comodità di questo servizio. Esistono tariffe cosiddette ricaricabili in quanto si acquista credito anticipato che viene utilizzato successivamente scalando le telefonate dall'importo disponibile. Le tariffe generalmente prevedono un costo al minuto, ma alcuni dettagli incidono sulla spesa reale: in alcuni casi si tratta di tassazione in base ai secondi effettivi di conversazione, ma altre volte viene scalato un importo aggiuntivo alla risposta e talvolta la tariffa è a scatti di una certa durata (ad esempio mezzo minuto) per il cui il costo delle chiamate brevi non scende al di sotto di un minimo. Gli utenti sensibili all'aspetto economico e quelli che vogliono evitare incomprensioni sono incoraggiati a farsi un po' di calcoli, prima di scegliere una tariffa, basati sulla previsione d'uso che faranno del cellulare nelle situazioni tipiche di telefonate di pochi secondi, di pochi minuti e di decine di minuti. Occorre anche verificare la disponibilità di promozioni che talvolta gli Operatori offrono a costi vantaggiosi (controllare eventuali vincoli e cavilli perchè in questo settore c'è molta libertà). Alla tariffa scelta possono spesso essere associate delle opzioni che possono consentire dei risparmi in certe situazioni (ad esempio telefonate scontate verso utenti dello stesso Operatore o verso numeri selezionati). Ci sono poi le tariffe in abbonamento con costo fisso mensile (spesso si confonde questo con il costo su bolletta che generalmente è bimestrale, quindi doppio) o anche fino ad un certo volume di chiamate. Le tariffe a costo fisso sono chiamate Flat (inglese) = Piatte.
  5. 5. ago 2013 mngfnc@yahoo.com IL CELLULARE – USO E RACCOMANDAZIONI Sono considerati maleducazione il volume della suoneria eccessivo e telefonare a voce alta. Inoltre quando si chiama qualcuno sul cellulare è opportuno domandare se il momento sia propizio poiché la persona chiamata potrebbe trovarsi in una situazione non adatta a tenere una conversarzione in quel momento. L'uso dei cellulari può distrarre l'utilizzatore dalla sua attività principale, quindi: - L'utilizzo è vietato dal codice della strada durante la guida, a meno che non si disponga di auricolare o di un dispositivo vivavoce, che evitano al guidatore di distogliere lo sguardo dalla strada. Un guidatore medio che usa il cellulare è infatti, nelle funzioni e nel tempo di reazione, più lento di un ubriaco. - L'utilizzo dei telefoni cellulari è spesso vietato negli ospedali per incompatibilità elettromagnetica o possibile interferenza con le apparecchiature elettromedicali. -Una circolare del ministro della Pubblica Istruzione del Marzo 2007 ha vietato l'utilizzo del cellulare in tutte le scuole, durante le ore di lezione e gli esami. -Il divieto d'uso del telefono cellulare negli aeromobili risale ai primi anni '90. I realtà successivamente all’anno 2000 sono stati avviati servizi che ne permettono l'uso durante il volo, ma vale il divieto o la raccomandazione di spegnere tutti i dispositivi elettronici portatili durante le fasi critiche del volo (decollo e atterraggio). I cellulari possono interferire con altri apparecchi elettronici (es. acustici), quindi:

×